sabato 5 ottobre 2013

Dolce vegan per colazione o merenda

Oggi vorrei condividere una ricetta per il ciambellone o dolce generico per colazione o merenda, accompagnamento per latte e caffé o thé.

Ormai lo sappiamo tutti, è sempre più conveniente oltre che genuino farsi le cose da se, magari usando se possibile ingredienti biologici.

La particolarità di questo dolce è che non contiene nè latte nè uova nè alcun tipo di ingrediente di origine animale.

Ingredienti (per 4 persone):

  • 400gr di Farina (si può usare qualsiasi tipo di farina, di farro o altri cereali, anche se sperimentando si scopre che ognuna ha proprietà diverse, per esempio di riso da un risultato più soffice, integrale rende il dolce più sano ma che tende a sgretolarsi, e di ceci amalgama meglio, l'ideale è miscelare tra loro farine diverse, se si usa tutta farina integrale meglio aggiungere farina di ceci per amalgamare)
  • 150 gr di zucchero (meglio se di canna)
  • 1 bustina di lievito istantaneo per dolci
  • 3/4 di bicchiere di olio di semi di girasole (è importante che non sia di oliva perchè appesantirebbe l'impasto, siccome non ci sono le uova che aiutano molto con la lievitazione)
  • 1 cucchiaio di rum (se non si vogliono usare alcolici si può sostituire con succo d'arancia diluito o acqua e zucchero con aromi di arancia, mandorla,limone,vaniglia,cannella...)
  • 1 cucchiaino di aceto di mele (opzionale, favorisce la lievitazione manon è essenziale)2 bicchieri di acqua oppure 1 di acqua e uno di latte vegetale (soia, riso..)



E ora veniamo al procedimento..


  • Innanzitutto sciogliere lo zucchero con acqua a filo in un pentolino, quando si comincia a formare una schiumetta aggiungere il rum (l'aceto), l'olio e l'acqua e mescolare (in pratica si cerca di ricreare un composto tipo uovo sbattuto).
  • Infine spostare in un contenitore capiente e alto il liquido e aggiungere la farina e il lievito e girare con la frusta (se si ha la frusta elettrica benissimo).
  • Il composto deve risultare piuttosto liquido, va bene così.
  • Oliare una teglia, e spruzzae un pò di farina su di essa, poi colare il composto del ciambellone, infornare a 180° per 40 min.
  • Appena sfornato ribaltare e cospargere di zucchero a velo (magari con un colino), in modo che con il calore lo zucchero si sciolga un pò.

Il gioco è fatto.

Volendo nell'impasto si possono aggiungere uvette o noci sminuzzate oppure cacao in polvere su una parte per fare l'effetto marmorizzato.

Oppure si può spaccare a metà e inserire marmellata a piacere tipo sandwich (se la consistensa lo consente).

Buon divertimento e soprattutto buon appetito!


NB. E' ovvio che la versatilità di questa ricetta è che uno può usare quello che ha in casa, però bisogna sapere che ogni ingrediente usato contribuisce in una maniera diversa. 
Per esempio se si usa solo farina integrale il dolce viene buonissimo lo stesso, ma si sbriciola troppo facilmente perciò è meglio compensare con un pò di farina di ceci che ha un alto potere amalgamante, oppure si può aggiungere un pò di farina integrale a farina bianca normale. 
Un altro esempio: se si usa il latte di soia c'è più potere amalgamante, però si rischia la pesantezza dell'impasto, se si usa latte di riso è un compromesso, se si usa l'acqua si rischia lo sgretolamento eccessivo con sola farina integrale. 
Come si può vedere è tutto un equilibrio molto delicato, e quindi se si toglie da una parte bisogna compensare dall'altra.


giovedì 22 novembre 2012

Il laghetto in giardino

Ho appena allestito un laghetto in giardino.












Qualche foto dell'allestimento:


Piante che ho inserito: giglio d'acqua, ninfea, millefoglio d'acqua, ceratofillo, lenticchia d'acqua. In questo momento la zona intorno al laghetto è spoglia ma in primaverà ospiterà le piante palustri.
Ora finalmente gli uccellini nel giardino avranno acqua per rinfrescarsi, e a primavera spero arriverà qualche rospo o tritone. Le zanzare, quelle arrivano comunque, però nel laghetto trovano predatori naturali come le libellule e i rospi, cmq in caso uso un larvicida che si chiama Bacillus thuringiensis ed è innocuo per l'uomo.

Links utili:
Sette buoni motivi per installare uno stagno in giardino
Come installare uno stagno prefabbricato
Arborea Store

Libri consigliati:
Il libro completo del giardinaggio - Ed. Gribaudo
Il giardino naturale - Ed. Il castello  
 

domenica 18 marzo 2012

Il motore di ricerca ecologico

Ecco un a bella iniziativa con cui ciascuno di noi può aiutare il pianeta, semplicemente, usando il motore di ricerca Ecosia.

La storia del carbone

Un video ben fatto che racconta in modo sintetico la storia della rivoluzione industriale: 

venerdì 10 giugno 2011

Referendum 2011

Il 12 e il 13 giugno, come ormai molti sanno, tutti noi italiani siamo chiamati alle urne per votare su 3 questioni molto importanti che ci riguardano tutti: privatizzazione dell'acqua (2 quesiti), nucleare e legittimo impedimento.

Non perdiamo l'occasione di informarci adeguatamente per scegliere in maniera consapevole.

Ecco i quesiti in breve:

Primo quesito (Modalità di affidamento e gestione dei servizi pubblici locali di rilevanza economica. Abrogazione)
Secondo quesito (Determinazione della tariffa del servizio idrico integrato in base all'adeguata remunerazione del capitale investito. Abrogazione parziale di norma)
Terzo quesito (Nuove centrali per la produzione di energia nucleare. Abrogazione parziale di norme)
Quarto quesito (Abrogazione della legge 7 aprile 2010, n. 51 in materia di legittimo impedimento del Presidente del Consiglio dei Ministri e dei Ministri a comparire in udienza penale)

Si ricorda che i referendum sono abrogativi, perciò per dichiararsi contrari alla privatizzazione dell'acqua, all'aumento della tariffa in base agli investimenti sull'acqua, alle centrali nucleari e alla legge sul legittimo impedimento bisogna votare SI. Votando NO tutto rimane com'è. I referendum sono scollegati l'uno dall'altro perciò si può benissimo scegliere di votare solo per alcuni. Le schede sono copiative perciò si raccomanda di non sovrapporle al momento della votazione o saranno annullate.

Ricordiamo inoltre che i referendum sono lo strumento di sovranità popolare per eccellenza, un nostro prezioso diritto e dovere nello stesso tempo.



Links utili:

www.referendum-2011.info
www.forumcivico.it/referendum-12-13-giugno-2011-325.html

lunedì 21 marzo 2011

Centrifugato che passione

Una cosa molto semplice ed efficace che si può fare per disintossicarsi e fare il pieno di vitamine è bere un bel centrifugato di frutta e verdura, e così facendo, guarda un pò, si potrebbe rimanere stupiti, perchè è buonissimo!!!!
Io per prima, quando l'ho assaggiato, ero pronta a sacrificarmi immaginando un saporaccio e invece sono rimasta sbalordita da quanto era delizioso, e così tutte le persone a cui, dopo non poche titubanze, l'ho fatto provare!!!
Per chiarezza specifichiamo che il centrifugato non è un frullato: ci vuole la centrifuga, che estrae solo il succo dell'ortaggio e lo separa dalla polpa.
Confesso che il solo pensiero di dover lavare la centrifuga dopo l'uso a volte mi scoraggia, ma alla fine ci si mette un attimo.
Detto questo passo a presentare la ricetta da me provata...

Centrifugato di carote, mele e sedano:

Ci vogliono appunto:
2 carote
2 mela golden
2 gambi di sedano

succo di 1/2 di limone

Meglio che gli ingredienti siano biologici.
Lavare bene il tutto, magari col bicarbonato.
Raschiare poco le catote e togliere i filamenti al sedano, non togliere la buccia alla mela ma togliere il torsolo.
Tagliare a pezzettini tutto.
Inserirli nella centrifuga e ovviamente azionarla.

Aggiungere il succo di limone.

Bere subito.

Per approfondimenti e altre ricette vi lascio qualche link:
Centrifugati buoni facili ricchi di proprietà
Centrifugati: una botta di salute!
Centrifugati per voi

sabato 12 febbraio 2011

Frutta e verdura di stagione

Il benessere del nostro corpo dipende molto da ciò che mangiamo, frutta e verdura sono al primo posto, per l'apporto di importanti vitamine e sali minerali e per il loro effetto antiossidante; è importante che siano biologiche ma anche che siano di stagione: la natura infatti ci da sempre ciò di cui abbiamo bisogno nel momento più opportuno, lo dice anche la filosofia orientale dello ying e yang applicata ai cibi, perciò se si vuole essere sicuri di nutrirci nel modo giusto assicuriamoci di prendere frutta e verdura di stagione. Siccome oramai nei mercati su trovano frutta e verdura fuori stagione, ecco un calendario come promemoria:

FRUTTA:

Gennaio:
Arance, banane, kiwi, mandaranci, mandarini, mele, pere, pompelmi.

Febbraio:
Arance, banane, kiwi, mandaranci, mandarini, mele, pere.

Marzo:
Arance, banane, kiwi, mandarini, mele, pere.

Aprile:
Arance, banane, fragole, kiwi, mele, pere.

Maggio:
Arance, banane, ciliege, fragole, kiwi, mele.

Giugno:
Albicocce, banane, ciliege, fragole, mirtilli, pesche, susine.

Luglio:
Albicocche, angurie, banane, ciliegie, fichi, fragole, meloni, mirtilli, pere, pesche, susine.

Agosto:
Angurie, banane, fichi, fragole, mele, meloni, mirtilli, more, pere, pesche, susine, uva.

Settembre:
Fichi, banane, mele, meloni, mirtilli, pere, pesche, susine, uva.

Ottobre:
Cachi, banane, castagne, mele, pere, uva.

Novembre:
Arance, banane, cachi, castagne, kiwi, mandaranci, mandarini, mele, pere.

Dicembre:
Arance, banane, kiwi, mandaranci, mandarini, mele, pere.

VERDURA:

Gennaio e Febbraio:
Bietole, broccoli, carciofi, cardi, carote, cavolfiori, cavoli, cicorie, cime di rapa, finocchi, patate, porri, radicchi, sedani, spinaci, zucche.

Marzo:
Asparagi, bietole, broccoli, carciofi, carote, cavolfiori, cavoli, cicorie, cipolline, finocchi, insalate, patate, porri, radicchi, sedani, spinaci.

Aprile:
Asparagi, bietole, carciofi, carote, cavolfiori, cavoli, cicorie, cipolline, finocchi, insalate, patate, porri, radicchi, ravanelli, rucola, sedani, spinaci.

Maggio:
Asparagi, bietole, carote, cavoli, cicorie, cipolline, fagiolini, fave, finocchi, insalate, patate, piselli, pomodori, radicchi, ravanelli, rucola, sedani, spinaci.

Giugno:
Asparagi, bietole, carciofi, carote, cavoli, cetrioli, cicorie, fagiolini, fave, insalate, melanzane, patate, peperoni, piselli, pomodori, radicchi, ravanelli, rucola, sedani, zucchine.

Luglio:
Bietole, carote, cavoli, cetrioli, cicorie, fagiolini, fave, insalate, melanzane, patate, peperoni, pomodori, radicchi, ravanelli, rucola, sedani, zucchine.

Agosto:
Bietole, carote, cavoli, cetrioli, cicorie, fagiolini, insalate, melanzane, patate, peperoni, pomodori, radicchi, ravanelli, rucola, sedani, zucche, zucchine.

Settembre:
Bietole, broccoli, carote, cavoli, cetrioli, cicorie, fagiolini, insalate, melanzane, patate, peperoni, pomodori, porri, radicchi, ravanelli, sedani, spinaci, zucche, zucchine.

Ottobre:
Bietole, broccoli, carciofi, carote, cavolfiori, cavoli, cicorie, finocchi, insalate, melanzane, patate, peperoni, porri, radicchi, ravanelli, sedani, spinaci, zucche.

Novembre:
Bietole, broccoli, carciofi, cardi, carote, cavolfiori, cavoli, cicorie, finocchi, insalate, patate, porri, radicchi, sedani, spinaci, zucche.

Dicembre:
Bietole, broccoli, carciofi, cardi, carote, cavolfiori, cavoli, cicorie, cime di rapa, finocchi, insalate, patate, porri, radicchi, sedani, spinaci, zucche.

Credits:
www.marchenet.it
www.paginainizio.com